Accesso ai servizi

IL CASTELLO

Il castello restaurato nel 1219 da Antonio Gratapaglia, investito del feudo di Niella dai Del Carretto, era già, all'epoca, abbastanza antico. Si trova ricordato, infatti, per la prima volta quasi due secoli prima, in un atto del marchese Adalberto concernente la fondazione dell'abbazia di Castiglione. La fortificazione, integrata nello scacchiere difensivo dei Del Carretto, arrivò quasi indenne fino al XV secolo: ma nel 1431, ebbe a subire ingenti danni ad opera delle truppe viscontee. Probabilmente si sarebbe salvata in questa versione, se non fosse stata adibita, cessata la sua utilità come punto difensivo vero e proprio, al compito militare sussidiario di caserma. Coinvolta, in questa veste, nelle guerre dell'età barocca, finì completamente distrutta. Ciò che ne resta è la torre: un solido parallelepipedo di pietra, a pianta quadrata, con una leggera scarpatura alla base: ancora imponente. Tutta l’area al di sopra della torre è stata oggetto di riqualificazione, con la realizzazione di un belvedere che consente una vista a trecentosessanta gradi su tutto il paese e con la creazione di un giardino di nigella, un fiore che cresce fra le messi, denominata la Nigella Sativa; pianta annuale della famiglia delle ranuncolacee, originaria del Medio Oriente, dalla quale prende il nome il Paese.